Il Barbarossa e la beffa di Alessandria

Luciocorsi.it Il Barbarossa e la beffa di Alessandria Image
Abbiamo conservato per te il libro Il Barbarossa e la beffa di Alessandria dell'autore Dario Fo in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web luciocorsi.it in qualsiasi formato a te conveniente!

La nascita della Repubblica milanese e del gran numero di Comuni lombardi che si costituirono dopo l'anno Mille è uno dei più importanti fenomeni di emancipazione civile ed economica dell'età medievale. Decisive sono state le loro battaglie contro Federico Barbarossa, feroce nemico della loro autonomia e dei loro ideali sociali e religiosi. Ed è proprio sul Barbarossa che Dario Fo punta il suo occhio critico e irriverente per portare alla luce, in questo romanzo inedito, un episodio esemplare, la singolarissima fondazione della città di Alessandria e la lotta che ha aperto la strada a un nuovo corso della storia d'Europa. Cancellando la cronaca ufficiale, forse troppo attenta a non gettare il ridicolo sul sovrano, l'autore fa spuntare dagli archivi un'altra verità e ricostruisce la vicenda di una «fantastica Alessandria galleggiante», capace di resistere per mesi all'esercito più potente del mondo occidentale, e di un imperatore con la tragicomica ossessione dell'acqua: una vicenda in cui l'ordinaria triste ingiustizia viene ribaltata e il tiranno, per una volta, sconfitto.

INFORMAZIONE

DATA: 2019

NOME DEL FILE: Il Barbarossa e la beffa di Alessandria.pdf

DIMENSIONE: 10,43 MB

AUTORE: Dario Fo

ISBN: 9788823522800

SCARICARE LEGGI

Il Barbarossa e la beffa di Alessandria: un inedito di ...

Il Barbarossa e la beffa di Alessandria: La nascita della Repubblica milanese e del gran numero di Comuni lombardi che si costituirono dopo l'anno Mille è uno dei più importanti fenomeni di emancipazione civile ed economica dell'età medievale.Decisive sono state le loro battaglie contro Federico Barbarossa, feroce nemico della loro autonomia e dei loro ideali sociali e religiosi.

Il Barbarossa e la beffa di Alessandria - CommercioEtico.it

di Paolo Morelli Il nostro viaggio non è ancora finito, eppure oggi abbiamo incontrato la madre. È un'icona dell'anno Milleedue circa che Barbarossa regalò al duomo di Spoleto e qui sta tuttora. Gliel'ha regalata per consolazione, dopo che aveva bruciato tutto in seguito al pagamento di una tassa con moneta falsa.

LIBRI CORRELATI